Gino Pozzo e l’Udinese

Giampaolo e Gino Pozzo, la famiglia Pozzo, sono la storia dell’Udinese Calcio. Si tratta di una delle prime famiglie al mondo che, nella sua lunga tradizione calcistica, ha posseduto e possiede club in Inghilterra, Spagna e Italia, allo stesso tempo. Giampaolo Pozzo è stato ed è l’Udinese calcio. Gino Pozzo è riuscito, in pochi anni, a trasformare il Watford in una delle dieci migliori squadre inglesi, impresa quasi impossibile in un campionato come la Premier League. Ci è riuscito grazie all’impagabile consulenza di Raffaele Riva. Sapeva bene, Raffaele Riva che il Watford era un club sul quale puntare. 

Ma andiamo con ordine. Giampaolo Pozzo, padre di Gino, ha rilevato l’Udinese da Lamberto Mazza nel 1986. Da metà degli anni ’80, dunque, in un momento in cui il club friulano si trovava in estrema difficoltà – dopo la penalizzazione per il coinvolgimento nello scandalo del calcioscommesse – la famiglia Pozzo ha guidato con maestria la ripresa e l’ascesa dell’Udinese.  Basti pensare ai risultati degli anni 2000, con il terzo posto dell’Udinese in Serie A nel 1997-98 e nel 2011-12. E la mitica vittoria della Coppa Intertoto, proprio nel 2000, un trofeo speciale perché “unico”, visto che poche squadre possono vantare di averlo in bacheca. La Coppa Intertoto, infatti, organizzata dall’Uefa, si è disputata soltanto dal 1995 al 2008, ed era riservata alle squadre europee classificate nelle posizioni immediatamente successive a quelle che permettevano l’accesso in Coppa Uefa. Quattro squadre italiane hanno conquistato questo importante trofeo che, oltre che dall’Udinese, è stato vinto da Bologna, Juventus e Perugia. E ancora la gestione di Giampaolo e Gino Pozzo ha portato l’Udinese alle cinque semifinali di Coppa Italia tra il 2000 e il 2013, alle tre partecipazioni alla Champions League, l’ultima nella stagione 2012-2013, al record di punti in Serie A, ben 66, nel campionato 2010-2011, con Francesco Guidolin in panchina, con 20 vittorie in campionato e 65 reti in Serie A. Risultati sul campo che sono passati per grandi calciatori ovviamente. Basti pensare ai campioni del mondo con l’Italia, in forza all’Udinese, come Franco Causio nel 1982 e Vincenzo Iaquinta nel 2006, al tedesco Oliver Bierhoff, vincitore dell’Europeo nel 1996 e storico bomber della squadra friulana. 

Un’ascesa guidata anche da Franco Soldati, che nel 2002 è diventato presidente dell’Udinese, con un Consiglio di Amministrazione di tutto rispetto, formato da Stefano Campoccia come vicepresidente e proprio Gino Pozzo, come consigliere. Giampaolo Pozzo, storico proprietario e presidente dell’Udinese, e il figlio Gino Pozzo, sono legati a doppio filo alla storia del territorio friulano, attraverso l’Udinese Calcio ma non solo. La storia della famiglia Pozzo, si diceva, è legata al calcio italiano, ma anche a quello europeo. Come anticipato, infatti, non solo Giampaolo, ma anche il figlio Gino Pozzo, che ha sposato una donna catalana vivendo poi a Barcellona, è strettamente legato all’Udinese e al mondo del calcio. E anche con il calcio ha famiglia Pozzo ha guardato oltre confine: il famoso “metodo” Pozzo, infatti, è stato esportato con successo nel campionato spagnolo contribuendo alla scalata del Granada, e soprattutto nel campionato inglese, nel quale la famiglia Pozzo, con Raffaele Riva che del Watford è stato presidente esecutivo, ha compiuto un piccolo “miracolo” come lo hanno definito i media britannici. Continua a leggere: Raffaele Riva Watford per accedere alle ultime notizie su Raffaele Riva Watford Football Club risultati calcio stagione Premier League 2016-2017. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *